BOCCONOTTI

BOCCONOTTI

Questo dolce è come un piccolo scrigno a sorpresa : la frolla delicata  avvolge il  gusto deciso dell’inconfondibile colore scuro del ripieno, nascondendo così alla vista una dolce sorpresa!

Secondo la leggenda sono nati in Abruzzo nel XVIII secolo e da lì si sono diffusi in molte altre regioni meridionali.

La leggenda popolare abruzzese fa risalire la prima elaborazione di questo dolce alla fine del Settecento: in quel periodo infatti iniziò l’importazione di cioccolato e caffè.

Si narra che in un paese d’Abruzzo (Castel Frentano) una domestica, per omaggiare il suo padrone, goloso di questi due nuovi prodotti, inventò un dolce che ricordava la tazzina di caffè realizzando l’esterno con la pasta frolla e riempiendo l’interno con caffè e cioccolato. Alla prima cottura vide che il ripieno rimaneva troppo liquido; allora decise di addensarlo con mandorle  e tuorli d’uova e di ricoprire la “tazzina” con un coperchio che a cottura ultimata spolverò di zucchero a velo. Quando il Padrone assaggiò il dolce ne rimase estasiato e chiese alla sua domestica come si chiamava; la donna, che non gli aveva dato nessun nome, improvvisò chiamandolo “Bocconotto” visto che si mangiava in un boccone.

Ci sono altre leggende che ruotano intorno all’invenzione dei bocconotti, legate a varie regioni,  ma la mia preferita è naturalmente questa, perché legata alla mia terra.

Attualmente esisto molte variazioni di questo dolce, soprattutto nel ripieno, che  cambia a seconda della zona di produzione, anche all’interno della stessa regione, ma la loro caratteristica forma  rimane a grandi linee la stessa.

Il Bocconotto in Abruzzo è caratterizzato dalla presenza nel ripieno di cioccolato, cannella e mandorle tostate;  la variante pescarese è  uguale a quella di Castel Frentano con la sola aggiunta del liquore Centerba.

Nella zona di Teramo  il Bocconotto è caratterizzato dal ripieno di marmellata d’uva, solitamente uva Montepulciano, che viene aromatizzata con mandorle tostate e tritate, cioccolato e cannella in polvere, ed è questa la versione che vi propongo nella ricetta.

INGREDIENTI:

dosi per 12 bocconotti:

Per la pasta frolla:

500 gr di farina

200 gr di zucchero

2 uova

200 gr di strutto

1 cucchiaino di lievito per dolci

½ limone

Per il ripieno:

300 gr circa di Marmellata di uva

2 cucchiai di cacao in polvere non zuccherato

1 pizzico di cannella

2 cucchiai da tavola di rum

PREPARAZIONE:

Per la pasta frolla:

Mettere  in una ciotola tutti gli ingredienti e lavorarli  fino a formare un panetto compatto;  far riposare in frigo per ameno 1 ora.

Stendere l’impasto  con il mattarello su un piano lavoro infarinato, per uno spessore di circa 3 mm.

Per il ripieno:

In una terrina amalgamare la marmellata di uva con il cacao, la cannella ed il rum.

Imburrate  lo stampo per le tartellette o uno stampo per muffins e disporre  all’interno di ogni stampo  la pasta frolla poi farcire con la marmellata   e ricoprite quindi con dei  cerchi  tagliati dalla restante pasta frolla.

Sigillatene bene i bordi e cuocere  in forno preriscaldato  a 180 °C per 20 minuti o fin quando non saranno ben dorati.

Far raffreddare e poi togliere i bocconotti dagli stampi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe & Follow

Pensieri Croccanti - tutti i diritti riservati - info@pensiericroccanti.it