UCCELLETTI DI SANT’ANTONIO

Questi dolcetti venivano preparati in occasione della festività di Sant’Antonio Abate, il Santo protettore degli animali, ma anche delle stalle e dai pericoli degli incendi, molto venerato in Abruzzo.

Soprattutto in campagna, troviamo la sua figura di frate dalla lunga barba in tutte le stalle ed anticamente c’era  la tradizione di improvvisati musicanti (“li Sandandonijre”) che vagano di casolare in casolare a cantare filastrocche in onore del Santo con“ddu botte” e “lu vurr vurr” e arnesi da cucina, facendo un gran baccano cantando:  “Da pericule, male e lambe, Sant’Antonie ce ne scampe!”
 

L’esibizione si concludeva, ovviamente con la richiesta di qualche succulento omaggio: salsicce, lonze, prosciutti e naturalmente gli immancabili uccelletti, ripieni di marmellata di uva detta “ scrucchiata”.

Il ripieno di questi dolcetti comprendono due ingredienti tipicamente abruzzesi di non facile reperibilità : il vino cotto e la marmellata di uva.

Nel caso non si riesca a reperirli questi ingredienti possono essere sostituiti con la marmellata di prugne ed il marsala.

INGREDIENTI:

Per la frolla all’olio:

1 bicchiere di olio di oliva (circa 200 grammi)

1 bicchiere (circa 200 gr)  di vino bianco secco  possibilmente trebbiano d’Abruzzo  

100 gr di zucchero

100  gr circa  di farina 00

Per il ripieno:

300 gr circa di confettura di uva ( in alternativa prugne)

100 ml di vino cotto (in alternativa marsala)

100 gr di cioccolato fondente

100 gr di mandorle (tostate e tritate)

1 pizzico di cannella

1 scorza di limone grattugiata

.

PREPARAZIONE:

Per la frolla:

In una  ciotola versare all’interno l’olio d’oliva (meglio se leggero e delicato altrimenti potete sostituirlo con olio di semi), il vino bianco secco e lo zucchero ed  amalgamare gli ingredienti.

Versate o a pioggia la farina, poco alla volta e amalgamare  fino ad ottenere un impasto morbido che non si appiccica alle mani.

Ottenuto un panetto liscio ed omogeneo coprire la pasta per farla riposare per almeno 2 ore.

Per il ripieno:

Mettete la confettura in una ciotola, aggiungete il cioccolato fondente tritato, un pizzo di cannella, le mandorle pelate tostate e tritate, unire il vino cotto, la scorza grattugiata del limone e mescolate per bene tutti gli ingredienti.

Formare i biscottini:

Stendere l’impasto cercando di ottenere una sfoglia piuttosto sottile e  tagliare dei rettangoli ( 7 cm  per 5 cm circa) .

Farcire ogni singola porzione con un paio di cucchiaini  ripieno.

Richiudere su se stessa la sfoglia e poi arrotolarla sempre su se stessa, facendola roteare.

Modellare con le dita e dare a ciascun pezzo la forma di un uccellino, ricavando sia le testa che la coda alle due estremità , con l’aiuto delle forbici intagliare la coda e il becco.

Realizzare per finire l’occhio degli  uccelletti appoggiando una goccia di cioccolato su ogni pezzo.

Disporre i dolcetti  tutti su una placca da forno rivestita con carta forno e cuocere a 180° forno preriscaldato modalità statica per circa 20-30 minuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe & Follow

Pensieri Croccanti - tutti i diritti riservati - info@pensiericroccanti.it